January 18, 2018

Un viaggio da e verso Sud, di migranti ed anime curiose

Produzione artistica Riccardo Tesi

Il 19 aprile prossimo alle 21.30 presso le Officine Cantelmo (via de Pietro, Lecce, infoline 0832/304896, ingresso gratuito) Massimo Donno presenterà il suo nuovo album, Partenze. Sul palco, al fianco di Massimo (chitarra e voce), Riccardo Tesi (organetto diatonico) che ha arrangiato l’album e scritto con Massimo a quattro mani alcuni brani; Massimo Rollo (pianoforte), Francesco Pellizzari (batteria e percussioni), Stefano Rielli (contrabbasso). Il concerto rientra nell’articolata programmazione di Officine della musica, un progetto promosso dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Lecce in collaborazione con Officine Cantelmo e Coolclub, con il sostegno di Puglia Sounds.

Partenze, che esce per la label Visage Music di Pistoia ed è distribuito da Materiali Sonori, è un viaggio verso Sud, un Sud dal quale si parte e a cui si ritorna. Un Sud che è porto di approdo e di partenza.  Sud non solo come luogo geografico e fisico reale, ma come luogo culturale e mentale: che siano le terre del nostro Stivale o della nostra Sicilia, oppure che siano l’Africa, l’America latina, l’Oriente. Centrale il concetto stesso di viaggio e di migrazione: il viaggio di chi cerca fortuna, di chi cerca lavoro, di chi lo perde, di chi, in fin dei conti, capisce che la fortuna non è solo l’inseguire un lavoro, ma piuttosto perseguire un benessere psichico, relazionale, affettivo ed emotivo, vera benzina del motore della vita.

I suoni di questo disco, che si avvale della preziosa collaborazione e produzione artistica del grande Riccardo Tesi, nascono indiscutibilmente a sud, in particolare nel Salento. Prendono i propri profumi dalle coste e dalla bassa vegetazione del Mediterraneo. Si lasciano contaminare dall’Africa, cugina di ritmi e melodie a cui molto deve la nostra cultura musicale. Gli strumenti sono quanto mai variegati: pianoforte, percussioni afro, chitarre elettriche, archi, e molto altro.

La produzione artistica, come si diceva, è stata curata dal Maestro Riccardo Tesi, compositore e organettista di fama internazionale, considerato uno dei musicisti più audaci e autorevoli della nuova scena world europea. Riccardo Tesi vanta collaborazioni dalla musica etnica (Elena Ledda, Justin Vali, Kepa Junkera; John Kirkpatrick, Patrick Vaillant) al jazz (Giorgio Mirabassi) fino alla grande canzone d’autore (Ivano Fossati, Fabrizio De Andrè, GianMariaTesta). Tesi è il fondatore del progetto Banditaliana. L’album è prodotto da Visage Music di Pistoia e distribuito da Materiali Sonori.

La preproduzione è iniziata a settembre, a Pistoia. Alle prime bozze dei brani di Donno si è aggiunto un processo di rielaborazione, riscrittura ed arrangiamento a cura di Riccardo Tesi. Un progetto che quindi ha scelto di mettere insieme musicisti e risorse della Toscana e della Puglia. I musicisti che hanno suonato in questo disco rappresentano l’eccellenza della scena salentina: Redi Hasa al violoncello, Roberto Chiga alle percussioni, Emanuele Coluccia (Bandadriatica, Adria, ecc.) ai fiati, Alessia Tondo, Carla Petrachi e Vincenzo Maggiore ai cori, Marco Rollo (Balkan Trip) al pianoforte, Stefano Rielli al contrabbasso, Francesco Pellizzari (Bija), Giulio Bianco (Canzoniere Grecanico Salentino), Andrea Doremi (New Orleans Dixie Band).

Al disco hanno partecipato anche importanti musicisti della scena world music italiana come Maurizio Geri e Gigi Biolcati (chitarrista e percussionista di Banditaliana), Michele Marini (clarinettista che ha militato nella Vienna Art Orchestra e collaboratore di Riccardo Tesi), Vincenzo Zitello (arpista e storico collaboratore di Ivano Fossati, Franco Battiato ecc.), Stefano Saletti (Oud e chitarra elettrica, uno dei fondatori degli storici Novalia e di Piccola Banda Ikona), Daniele Biagini (orchestrazione fiati, pianista e collaboratore di Riccardo Tesi nel progetto Cameristico).

 

Lorenza Somogyi Bianchi

No Comments