December 11, 2017

Continua il viaggio radiofonico di Suoni e Parole della Città, un format settimanale ideato e condotto da Renato Marengo e Stelio Gicca Palli, con la partecipazione di Italo Mastrolia. L’obiettivo è come sempre privilegiare le parole che accompagnano i suoni di tante celebri canzoni e caratterizzano le scelte di autori e cantautori.  Le quattro puntate di questo mese di Novembre sono dedicate a musiche e personaggi di Sicilia, Puglia, Calabria, Abruzzo e Molise. Intervengono in trasmissione Antonio Ranalli, Mimmo Locasciulli, Giuseppe Moffa.

Renato Marengo, da sempre impegnato tra canzone d’autore, rock e tradizione e il cantautore Stelio Gicca Palli alternano la programmazione di grandi big italiani, raccontando aneddoti ed episodi di cui spesso sono stati anche loro protagonisti al sostegno di musica emergente e di artisti di talento scovati nelle zone prese in esame in ogni puntata.

Suoni e Parole della Città è realizzato presso gli Studi HIFIVE RADIO di Roma Regia di Alessandro Moglioni. In redazione Lorenza Somogyi Bianchi e Mario De Felicis  Novembre.

 

Puntata#1: La Sicilia

La tappa in Sicilia, comincia con un immancabile Franco Battiato con I treni di Tozeur. Al telefono Italo Mastrolia, autore del libro L’italia delle canzoni, che anticipa il brano ‘A Finestra della grande cantautrice Carmen Consoli e, subito dopo, Raffaella Daino/Pivirama con Jungle frontiere chiuse. Spazio anche ai temi sociali con Naufragio di Totò Nocera Bracco, edito da Circuiti Sonori, la  giovane etichetta di Armando Cacciato.  Altro indipendente l’intensa Giulia Mei con Kundera. E poi l’immancabile voce di Stelio che, voce e chitarra, ci ripropone un classico fra i classici: Amara terra mia.

 

SICILIA

Franco Battiato – I treni di Tozeur

Carmen Consoli  – ‘A finestra  

Raffaella Daino/Pivirama  –Jungle frontiere chiuse

Totò Nocera Bracco –  Naufragio

Giulia Mei – Kundera

Stelio  Live  voce chitarra –  Amara terra mia

Puntata#2: La Calabria

Ad aprire la puntata calabrese è Otello Profazio con La Baronesa di Cariddi. A seguire il grande Rino Gaetano con un brano che ha fatto storia: Mio fratello è figlio unico. Più in qua nel tempo, un altro grande della canzone d’autore italiana: Sergio Cammariere con E mi troverai. Non poteva mancare Il parto delle nuvole pesanti, una band che ha fatto la storia di ieri e di oggi della canzone d’autore calabrese, con Uomini viaggianti. Un  servu un cristu di Mimmo Martino con i Mattanza anticipa l’ormai immancabile chiusura della puntata di Stelio live, voce e chitarra, con il brano Posto che.

CALABRIA

Otello Profazio  La Baronesa di Cariddi  (dal libro di Squilibri   A viva voce)  

Rino Gaetano  – Mio fratello è figlio unico

Sergio Cammariere –  E mi troverai  

Parto delle Nuvole Pesanti – Uomini viaggianti   

Mattanza Mimmo Martino  – Un servu un cristu   

Stelio Live  voce chitarra- Posto che

 

Puntata#3: La Puglia

La tappa pugliese parte in grande stile con I Cantori di Carpino, uno dei gruppi più importanti della nostra musica popolare con la loro Vide che bella  luna, che belli stelle. A seguire Matteo Salvatore con il brano Il lamento dei mendicanti. In una puntata dedicata alle parole e ai suoni della Puglia non poteva mancare il grande Domenico Modugno di cui Renato e Stelio hanno scelto di proporre Cosa sono le nuvole. E poi Renzo Arbore con Ma la notte e Salvatore Tota Ie So Net A Sanz’vir. A chiudere l’omaggio voce e chitarra di Stelio che ci ripropone un grande classico: Lu primm’ammore.

 

PUGLIA

I Cantori di Carpino  – Vide che bella luna, che belli stelle

Matteo Salvatore – Il lamento dei mendicanti

Domenico Modugno   Cosa sono le nuvole  

Renzo Arbore Ma la notte  

Salvatore Tota  – Ie So Net A Sanz’vir

Stelio live voce chitarra  Lu primm’ammore

 

Puntata#4: L’Abruzzo e il Molise

L’ultima tappa di questo viaggio musicale parte con l’intervento telefonico di Antonio Ranalli, giornalista Rai e di MusicalNews. Il primo brano è L’ultima occasione di Tony del Monaco, a cui segue Vola Vola di Mimmo Locasciulli. Altro brano trasmesso è Parlami ancora di Giuseppe Moffa e subito dopo Ivan Graziani con Agnese. Un posto da maledire di Pierluigi De Luca anticipa la grande chiusura live di Stelio con voce e chitarra del brano Hai stato tu.

 

ABRUZZO E MOLISE

Tony Del Monaco  – L’ultima  occasione   

Mimmo Locasciulli  Vola Vola   

Giuseppe Moffa Parlami ancora   

Ivan Graziani – Agnese  

Pierluigi De Luca  Un posto da maledire

Stelio live  voce chitarra- Hai stato tu

Lorenza Somogyi Bianchi

No Comments