May 20, 2018

Arrivano le nuove puntate di ClassicRockOnAir, il format radiofonico ideato e condotto da Renato Marengo con la collaborazione di Maurizio Baiata, registrato presso gli Studi di Radio Godot e distribuito in collaborazione con l’Altoparlante in oltre 130 radio italiane: anche per questo mese in programma grandi classici del rock internazionale e non solo, caposaldi della musica italiana e nuove proposte dal ricco panorama della nuova musica di casa nostra. Un angolo tutto a sé è quello de La Giungla del Vinile, a cura di Maurizio Baiata, che ci ripropone alcuni grandi classici del rock, capolavori di ieri e di domani, ripercorrendo i primi anni ‘80 a New York, che videro l’arrivo del CD sul mercato mentre imperversano ancora i vinili.

Fra i protagonisti musicali di questo mese ricordiamo: John Fogerty e i Creedence Clearwater Revival, Janis Joplin, mentre per le nuove proposte l’attenzione punta su Igor Lampis, Michele Riondino & Revolving Bridge, Anthony & Vittorio Conte e i MaLaVoglia. A confermare la passione per la scoperta dei nuovi artisti di questo format, l’ampio spazio dedicato al Band Contest mensile promosso dalla rivista Classic Rock, di cui ci parla in intervista Alessandro Agnoli e di cui è direttore artistico lo stesso Marengo, che offre, grazie alla collaborazione fra Sprea e Materiali Musicali, alla proposta emergente vincitrice un vero e proprio contratto discografico per un EP con ampia promozione, concerti e videoclip. Fra le interviste torna in voce Marco Staccioli, direttore dell’edizione italiana della  Festa della Musica che nel dare l’appuntamento quest’anno a Palermo, Città della musica 2018, nel corso di ogni puntata ricorda alcuni dei prestigiosi ospiti intervenuti nelle  edizioni passate.

Fra le importanti le collaborazioni di cui vanta questo format: storica è quella con Giordano Sangiorgi (MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti).

In occasione dell’uscita del libro Il mio Canzoniere di Carlo Siliotto, la sigla di chiusura del mese sarà Lassa sta la me creatura pubblicato nel 1974 dalla Intingo di Ricky Gianco.

 

Ricordiamo che in redazione ci sono Lorenza Somogyi Bianchi e Mario de Felicis, in regia Alessandro Scorta.

L’elenco delle radio che trasmettono il programma è disponibile sul sito: http://stonemusic.it/classicrockonair/

 

Puntata 1

La prima puntata del mese di maggio di ClassicRockOnAir si apre con una grande band della musica rock: Creedence Clearwater Revival, con il suo brano Bad Moon Rising, primo singolo estratto dall’album Green River uscito nel 1969.

Anche il mese di maggio, come di consueto, ha uno spazio dedicato agli artisti emergenti che in questa prima puntata vede come protagonista Igor Lampis e il suo pezzo Il Lavoro è un miraggio: un brano  dedicato al tema della disoccupazione giovanile attraverso un sound scanzonato che vuole quasi infondere un senso di speranza e di reattività agli ostacoli.

Nuovi interventi di Alessandro Agnoli che ci parlerà del Band Contest promosso da Classic Rock e ancora un’intervista con Marco Staccioli, direttore del Festival della Musica, che ci propone il brano Tevakh, tratto dall’album Lune del 2004 di Riccardo Tesi & Bandaitaliana. Fra le nuove proposte i Vanilla Fudge con Some velvet morning.

Non potevano due appuntamenti immancabili per il nostro format: la rubrica condotta da Maurizio Baiata con la sua La giungla del vinile. E gli Aforismini di Antonella Putignano.

 

Puntata 2

Ritroviamo ancora i Creedence Clearwater Revival ad aprire la seconda puntata di questo mese con Born on the Bayou, tratto dal cd Bayou Country.

Dai grandi classici passeremo alle nuove proposte degli emergenti di ClassicRockOnAir che questa volta ci farà ascoltare Michele Riondino&Revolving Bridge con Qui non passa, prima di lasciare spazio alla rubrica La giungla nel vinile a cura di Maurizio Baiata.

Subito dopo saremo in diretta da studio con Marco Staccioli, Direttore ella Festa della Musica, che ha selezionato il pubblico di ClassicRockOnAir – fra i grandi passati sul palco della Festa nel passato – il brano di Johni KalsiThe Dhol Foundation Beautiful Days del 2015.

C’è ancora tempo per un grande pezzo come 20th Century Boy, un singolo del gruppo glam rock inglese T. Rex e Bella ciao riletta dalla band romana Nuove Tribù Zulu.

In chiusura come sempre Antonella Putignano e i suoi Aforismini.

 

Puntata 3

La terza puntata si apre con un classico del rock Fortunate Son di FOGERTY e FOO FIGHTERSB.

A seguire, come sempre, ci sono i nostri emergenti: i fratelli Anthony & Vittorio Conte con il loro nuovo singolo Foglie Di Un Tempo.

Immancabile la rubrica la Giungla nel vinile di Maurizio Baita che passerà la linea a Marco Staccioli che, nel parlare della Festa della Musica, ci farà ascoltare, come ad ogni puntata, un grande passato sui palchi della Festa. Per questa puntata la scelta è andata al grande percussionista Shri Trilok Gurtu e alla sua esibizione al Saptak Annual Music Festival del 2013.

Prima del collegamento con Agnoli abbiamo ancora tempo per ascoltare un grande pezzo rock del gruppo canadese Klaatu.

L’ultimo brano di questa terza puntata sarà Insomnia dei JAIL COLLECTIVE e come sempre, immancabile, la nostra Antonella Putignano che ci intratterrà con i suoi Aforismini.

 

Puntata 4

La quarta e ultima puntata di questo mese si apre con la grande Janis Japlin e la sua Cry Baby dall’album Pearl seguita dalla  band rock-pop emergente dei MaLaVoglia – con Allevati a Terra. Torna Maurizio Baiata con la sua rubrica La giungla nel vinile e poi subito in collegamento telefonico con il direttore del Festival della Musica, Marco Staccioli, che concluderà il suo intervento ricordando il sound di El Negro di Orazio Hernandez.

Ancora un altro collegamento telefonico, questa volta con Alessandro Agnoli che ci parlerà del Rock Contest promosso da Classic Rock e ci proporrà Phil Manzanera con Tomorrow Never Knows.

A chiudere quest’ultima puntata del mese abbiamo, ovviamente, gli Aforismini di Antonella Putignano e la nostra Il Canzoniere del Lazio, con Piero Brega alla voce Lu Povero Antonuccio.

Lorenza Somogyi Bianchi

No Comments